Pubblicata sul S.O. alla G.U.R.S. del 28.03.2014 la Legge regionale 24 marzo 2014, n. 8, istitutiva dei liberi Consorzi comunali e delle Città metropolitane, entrata in vigore lo stesso giorno di pubblicazione.

 

Sono nove i liberi Consorzi Comunali che, in sede di prima applicazione, coincidono con le nove Province regionali.

I liberi Consorzi di Palermo, Catania e Messina continuano ad esercitare le funzioni già attribuite alle Province Regionali anche  con riferimento al territorio delle rispettive Città metropolitane.

 

La legge istituisce altresì le città metropolitane di Palermo, Catania e Messina. I comuni compresi nelle Aree metropolitane possono distaccarsi dalla Città Metropolitana ed aderire al Libero Consorzio o viceversa aderire alla relativa Città metropolitana a condizione che esista continuità territoriale.

 

Entro sei mesi dall’entrata in vigore della legge, i Comuni possono esprimere la volontà di costituire ulteriori liberi Consorzi a condizione che:

a) vi sia il requisito della continuità territoriale tra i comuni aderenti;

b) la popolazione non sia inferiore a 180.000 abitanti.

 

Nel caso di istituzione di nuovi liberi Consorzi, il Comune con il maggior numero di abitanti assumerà il ruolo di capofila del libero Consorzio. L’efficacia della deliberazione di costituzione è subordinata a referendum confermativo da svolgersi entro 60 giorni dall’approvazione della delibera

 

Il Governo regionale presenterà, decorsi i termini per la costituzione di nuovi Liberi Consorzi o l’adesione o distacco da questi e/o dalla Città metropolitane, un DDL che individuerà quindi i relativi ambiti territoriali e modifiche territoriali.

 

Gli organi dei liberi Consorzi e delle Città Metropolitane  sono organi di secondo livello.

 

Liberi Consorzi e Città Metropolitane esercitano funzioni di coordinamento, pianificazione, programmazione e controllo in materia territoriale, ambientale, di trasporti e di sviluppo economico.

 

Gli organi dei liberi Consorzi e delle Città Metropolitane  sono organi di secondo livello

 

La Regione, d’intesa con la Città metropolitana di Messina, favorisce la stipula di appositi accordi con lo Stato, la Regione Calabria e la Città metropolitana di Reggio Calabria al fine di consentire ai cittadini residenti nell’Area metropolitana di Messina e nella Città Metropolitana di Reggio Calabria di usufruire di servizi secondo criteri di prossimità 

 

In allegato il testo della L.R. 8/2014

 

DIRETTIVE EU 2014

La Sicilia 29 - 30 Dicembre 2011

      

Saturday 20 April 2019